Laboratorio Oreficeria di Saviori Stefano

  • <
  • >

Dettagli progetto

  • Laboratorio Oreficeria di SAVIORI STEFANO 
  • Costa Volpino (BG)
  • Web di presentazione servizi
  • Disegno e Realizzazione web 
  • www.orafosaviori.com
Orafo Saviori

Dettagli Cliente

Stefano Saviori nasce a Iseo il 17 dicembre 1974.
Residente da sempre in Costa Volpino, già da piccolo aveva la passione per il disegno e per tutto ciò che potesse dar sfogo alla sua creatività, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da realizzare.
Suo padre, da buon padre, si accorse subito del dono speciale racchiuso nelle mani di Stefano e, avendo un’oreficeria, intuì che proprio in quel settore suo figlio avrebbe potuto liberare tutta la propria creatività; così gli consigliò di frequentare la scuola d’arte Benvenuto Cellini di Valenza, e all’età di 14 anni Stefano Saviori partì per la “Città dell’oro”.
In un primo tempo fu accudito da una famiglia di anziani, in un paesino sperduto nelle campagne piemontesi; poi trovò sistemazione in un collegio ad Alessandria.
La scuola era molto stimolante, anche se non per tutte le materie Stefano mostrava lo stesso interesse; il Laboratorio di Oreficeria e di Incastonatura pietre ed il Laboratorio di Incisione erano quelle in cui brillava di più
A quel punto, passati i primi 3 anni, decise di andare in una fabbrica di oreficeria per incominciare a sperimentare sul campo quello che aveva fin lì imparato a scuola.
In quegli anni, fortunatamente, non era difficile trovare impiego, specie per chi mostrava di possedere già, oltre ad un talento innato, una buona formazione nel settore.
“Si incominciava la mattina alle otto e fino alle diciassette non ci si alzava dal banchetto. – ricorda Stefano Saviori – Fu una gavetta dura: con i maestri orafi valenzani non si scherzava!!”, ma presto se ne potevano notare gli ottimi risultati.
Dopo due anni in fabbrica, Stefano Saviori si trasferì a Brescia, in una fabbrica più piccola, dove tuttavia poteva contare sulla guida di un artista che non sembrava avere nulla da imparare da quelli valenzani: il Maestro Lorenzo Baresi, a La Botteghina di Brescia.
Nei circa cinque anni trascorsi in quella piccola azienda, la sua preparazione poté di gran lunga perfezionarsi: dal modello grafico a quello in cera, fino ad arrivare a forgiare il capolavoro vero e proprio, l’Oreficeria gli aveva ormai svelato tutti i suoi segreti!
Nel 1994 la svolta: apre la sua partita iva e comincia così la sua personale avventura artistica, in via Nazionale 166 a Costa Volpino, la sua città.
CRE – ATTIVITA’
Da Stefano Saviori è possibile accontentare ogni desiderio prezioso, anche a partire da un disegno personalmente curato dal cliente.
Affrontare ogni tipo di riparazione, incassatura di pietra, incisioni è sempre possibile, senza alcun tipo di limitazione.
Ma l’attività da lui prediletta resta sempre quella di creare, da una propria ispirazione o dalla fantasia del cliente, il gioiello esclusivo, forgiato direttamente da un sogno.
Bracciali, catene, anelli con pietre preziose, girocolli con centrali, insomma tutto quello che di più prezioso si può desiderare, è oggi possibile trovarlo da Stefano Saviori, nella nuova sede di via Nazionale 132, sempre a Costa Volpino.
RICONOSCIMENTI
Oltre a numerosi altri premi, nel 2008 Stefano Saviori ha ricevuto un importante riconoscimento da parte della regione Lombardia come Artigiano d’Eccellenza.